sabato 20 dicembre 2014

Troia (FG), venerdì 19 dicembre 2014. SOSTIENI LA FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS. A Natale, fai un regalo che vale di più!

FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS
Registro Persone giuridiche n. 429
Prefettura di Foggia





A NATALE,
SOSTIENI LA FONDAZIONE
NUOVA SPECIE ONLUS!

 

Caro Sostenitore,

anche tu puoi far nascere la Vita questo Natale!

Se stai leggendo queste parole ti ringrazio e ti chiedo di venire con me in quello che vorrei raccontarti. Questo è un momento molto importante per me, un momento che può significare molto per tutti noi, me e te compresi.

La Fondazione Nuova Specie ONLUS è impegnata da anni nella promozione del BEN-ESSERE attraverso strumenti e metodologie alternativi nell'approccio al DISAGIO mentale, fisico ed emotivo.

In oltre quarant'anni di attività tante vite, spesso arrivate a noi come concluse e senza speranza, stigmatizzate e in preda alla disperazione, hanno avuto un'occasione per rinascere e aprirsi a nuovi e inaspettati scenari.

Gran parte del nostro lavoro di prevenzione, aiuto e sostegno a persone e famiglie che vivono un disagio viene svolto in maniera volontaria grazie alla generosità di chi, adeguatamente formato, si impegna per questa causa.
In questo momento storico le nostre attività vedono riconosciuta la loro innovatività e efficacia in maniera esponenziale e proporzionale al crescere trasversale di diversi tipi di disagio, tossicodipendenze, disturbi dell'alimen-tazione, psicosi, problematiche dell'età evolutiva, difficoltà relazionali di coppia e familiari.
Per questo la nostra Regione, terra in cui si svolgono le nostre attività intensive, riconosciute anche da importanti esponenti della Neurologia americana e della Psichiatria inglese, sta assistendo ad un afflusso in continua crescita di centinaia di persone provenienti da tutta Italia ed Europa.

Per queste esigenze e a fronte della richiesta di salute, in continua crescita, la Fondazione Nuova Specie ONLUS necessita di una propria sede che possa essere il luogo della cura e dell'accoglienza delle famiglie che a noi si rivolgono ma anche la sede in cui fare ricerca scientifica e antropologica, formare operatori per la salute, conduttori di gruppi di auto-mutuo-aiuto, docenti, genitori, educatori, psicoterapeuti e chiunque voglia far crescere il proprio benessere, le proprie competenze e acquisire strumenti di accompagnamento nei processi di crescita emotiva e relazionale.

Nel 2013, grazie alle donazioni e ai sacrifici di molti di noi, la Fondazione Nuova Specie ONLUS ha acquistato la Masseria “Martini”, sita a Troia.
Perché si possa adeguare questa struttura alle esigenze del servizio che eroghiamo sono necessari importanti lavori di adeguamento, ampliamento e riatto.

La durata dei lavori prevista è di circa sei mesi e il costo approssimativo per sostenerli ammonta a 275 000€.

Purtroppo, non avendo ancora strutture alternative in cui svolgere il nostro lavoro, a partire da luglio 2015, data in cui scadrà la concessione per operare nel Servizio Pubblico, potremmo trovarci nella condizione di dover sospendere il servizio, un servizio vitale per migliaia di persone in difficoltà e che ora stanno tornando alla vita.

Per questo ti chiediamo di sostenerci nel realizzare il nostro Progetto. Oggi il tuo contributo può fare la differenza per la vita di tante persone

Ma come puoi aiutarci?

Acquista un mattone, contribuisci così anche tu a questa importante ristrutturazione!

Acquistare un mattone è semplice, basta fare una semplice donazione di 10€.

Puoi fare la tua donazione comodamente on line tramite accredito con bonifico bancario oppure tramite assegno bancario o postale  a:

Fondazione Nuova Specie ONLUS
IBAN: IT 59 U 03359 01600 100000062915
CAUSALE: EROGAZIONE LIBERALE A FAVORE DI ONLUS 

Approfitta delle festività per sostenerci.
Anche tu puoi far nascere la Vita questo Natale! 

Acquista o regala un mattone al posto dei regali di Natale o dei dolcini dell'Epifania. Metti sotto l'albero un'opportunità e una speranza per tante persone!

Se adotti un mattone, contribuendo con 10€, riceverai in omaggio la favola dell’Albero cuore. La ricevuta del bonifico va inviata all’indirizzo mail:
... specificando il recapito postale di residenza a cui inviare la fiaba.

Fondazione Nuova Specie ONLUS
71029 Troia (FG)
C.F. 94084660714 
E-mail: fondazione@nuovaspecie.com

 

venerdì 19 dicembre 2014

Aula didattica globale "Gianna Stellabotte" (FG), sabato 29 novembre 2014. CORSO "INSIEME MADRE-NEONATO, OVVERO INSIEME FEMMINILE-MASCHILE". Quarto giorno.

FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS
Registro Persone giuridiche n. 429
 Prefettura di Foggia


ASSOCIAZIONE ONLUS ALLA SALUTE - FOGGIA 
iscritta ai sensi della l.r. n. 11 del 16 marzo 1994 
nel reg. gen. assoc. Volontariato col N. 305 – d.r. 56 del 25 maggio 1994 
Via Candelaro 98/A - 71100 - Foggia


 
TRE CORSI PER UN PERCORSO.
III° CORSO: 
"INSIEME MADRE-NEONATO,
 OVVEROINSIEME FEMMINILE-MASCHILE".
 
Quarto giorno.
 
 

E fu sera e fu mattina. Quarto giorno...
 
Abbiamo iniziato il corso con l’Inno alla Madonna Mediatrice di Troia. Sotto l’influsso della Madonna, Mariano ha chiuso la dinamica con Aurora, facendoci osservare come adesso, non solo abbia riscoperto il piacere di viversi la figura paterna, ma ha assimilato la presenza di Mariano che non rappresenta più una minaccia ed un invasione. Così facendo Mariano sottolinea anche come Miriam abbia utilizzato inconsapevolmente la figlia per soddisfare la sua I^ dimensione - Cfr. Quadrimensiona-lismo. (Per gustare dal vivo questa dinamica compratevi i Dvd)!


Da questo spunto Mariano, grazie ad una comunicazione di Titti, utilizza il Graal delle Profondità della Vita (In.Di.Co.) per enucleare i diversi piani che i figli rappresentano con il loro disagio. La soluzione di Ammanuel è stata quella di rifugiarsi nel codice simbolico, mentre quella di Giosuè è stata di combattere attraverso il codice analogico; infatti, ha sviluppato una corporatura da guerriero. Khaleb, infine, ha trovato le sue soluzioni nel codice bio-organico, arrivando perfino a sviluppare una malattia molto grave che poteva portarlo alla morte. (Per vedere la bellezza di questi tre ragazzi, comprate i Dvd)! 

Mariano riprende il corso riassumendo e ampliando i saperi dei giorni passati. 

Introduce adesso le nuove dimensioni che ancora non sono state spiegate. Parte dai movimenti che possono essere maschili di chi scappa o femminili di chi rimane; introduce poi la decodifica.  Affronta così l’argomento della III^ dimensione che è formata dalla capacità di osservare i movimenti e codificarli. Questa dimensione è quella che unisce insieme il bisogno alla soddisfazione del  bisogno. Ma perché perché si incarni nella storia e si possa uccidere il drago vi è bisogno della IV^ dimensione che è la scintilla dell’In.Di.Co.
 
Specifica anche alcuni attributi della II^ dimensione che è formata da vincoli, separazioni e anti-k. Il femminile e il maschile si esplicano nella nostra vita anche tramite movimenti messaggio, movimenti striati e movimenti neurovegetativi


Lo studio delle dimensioni è allo stesso tempo affascinante, imprevedibile e complesso; per poterlo cogliere profondamente  nella propria vita, bisogna applicarlo e… “accattarsi” i Dvd!
 
Per continuare il Crossingover, iniziato durante il progetto La Finestra di Babich, tra la Fondazione Nuova Specie e il Centro Documentazione Donna e Comunità Eleusi, Mariano invita le tre rappresentanti (Pia, Chiara e Mariagrazia)  di questa realtà a dare il loro contributo critico rispetto al sapere proposto durante il corso.


La giornata si conclude con l’acclamazione di Mariano, che dopo quarant’anni dalla sua Laurea in Medicina, riceve finalmente una Laurea popolare che si è guadagnato sul campo con i suoi quarant’anni di esperienza e di ricerca e di cui questi ultimi tre corsi  ne rappresentano il frutto. (Se volete vedere la vestizione e l’acclamazione comprate i Dvd)!

Dopo una cena vegetariana di altissimo valore  si decide di suonare la nota del LA (Cfr. Homelife) per celebrare il 30esimo compleanno dell’Insieme “Eka-Catrin”,  con varie espressioni:  alcune di gioia e altre di  profonda intimità.
 
È così che si è conclusa la penultima giornata di questo bellissimo e coinvolgente corso.  

Dalla casa di Francesca in "ordine di tavolo":

Francesca,
Mirella,
Riccardo,
Amerigo,
Simona,
Monica e
Marina

P. S. Anche la festa è stata registrata... Quindi: COMPRATE I DVD!

giovedì 18 dicembre 2014

Aula didattica globale "Gianna Stellabotte" (FG), venerdì 28 novembre 2014. CORSO "INSIEME MADRE-NEONATO, OVVERO INSIEME FEMMINILE-MASCHILE". Terzo giorno.

FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS
Registro Persone giuridiche n. 429
 Prefettura di Foggia



ASSOCIAZIONE ONLUS ALLA SALUTE - FOGGIA
iscritta ai sensi della l.r. n. 11 del 16 marzo 1994
nel reg. gen. assoc. Volontariato col N. 305 – d.r. 56 del 25 maggio 1994
Via Candelaro 98/A - 71100 - Foggia



 
TRE CORSI PER UN PERCORSO.
III° CORSO: 
"INSIEME MADRE-NEONATO,
 OVVEROINSIEME FEMMINILE-MASCHILE".
 
Terzo giorno.
 


E fu sera e fu mattina.

Il terzo giorno è iniziato con l’invito - di Mariano a Rosanna - a leggere il biglietto di auguri che la figlia le ha inviato per il suo compleanno. E’ stato un modo per valorizzare la madre di aver dato luce a sua figlia e far riconoscere a Simona il valore di Rosa


In questa giornata di corso, Mariano entra nel vivo dell’Insieme Femminile-Maschile attraverso la canzone “Lacreme napulitane”; in particolare ci presenta due interpretazioni della canzone: l’una prevalentemente maschile di Merola e l’altra invece più femminile di Murolo.

La musica ci offre un altro ritratto della danza lenta, graduale e crescente del femminile nel “Boléro” di Maurice Ravel. La dimostrazione che un buon femminile può celarsi in un maschio si esprime in Fabio con Aurora che finalmente sente e riconosce come figlia.  


A fine mattina, Mariano chiama Adriana V. che introduce la teoria sull’Insieme Madre-Neonato fondata sull’osservazione della loro relazione nei primi giorni di vita. La teoria Madre-Neonato risponde alla domanda: “che senso diamo all’Esistenza” e “come possiamo modificarla”. Nel momento in cui si rompe la fusionalità della Gravidanza, il Neonato rappresenta il movimento all’interno della storia e la Madre l’intervento metastorico. Dal “filmato” emerge che il Neonato rappresenta il maschile che è il massimo dell’espressione dei bisogni e la Madre, il femminile, che si mette a disposizione per soddisfarli ed accompagnare il Neonato per farlo procedere nel viaggio, laddove senza di lei si fermerebbe.  




Il Viaggio dell’Esistenza è un ciclo costituito da due fasi: una ascendente, disagica e maschile (Iliade) e una discendente, nostal(a)gica e femminile (Odissea). Nel momento del ritorno ad Itaca-In.Di.Co., l’energia meccanica del movimento si trasforma in energia elettrica e ci restituisce olio nella lampada per rientrare nel ciclo dell’Esistenza rinnovati e far procedere in questo modo la Gravidanza metastorica.


Tra gli elementi o ingredienti della dinamica dell’Insieme, due sono stati oggi blowupizzati”:
1.    lo stato quiete o il sonno-sogno;
2.    l’emergere del bisogno o il risveglio del drago.
 


Il sonno-sogno è il momento in cui l’In.Di.Co. entra nella nostra storia senza l’esterno. Il Neonato vive ancora una condizione di fusionalità e autonomia. Dal sonno-sogno, Mariano ha estrapolato la rappresentazione dello stato quiete. Ciclicamente viene bombardato dall’emergere del bisogno (1^ dimensione) che segna il passaggio dallo stato quiete a uno stato di destrutturazione, nel caso in cui il bisogno non venga soddisfatto, comportando così la perdita di parti di sé.  A quel punto è importante l’intervento del femminile, perché questo venga soddisfatto.

Solo l’eroe femminile può fermare e uccidere il drago!

Dalla Tana del Drago (Casa “Dai Nonni”) emerge il bisogno di passare al sonno-sogno in modo che l’In.Di.Co. completi le parti che abbiamo tralasciato…

mercoledì 17 dicembre 2014

Aula didattica globale "Gianna Stellabotte" (FG), giovedì 27 novembre 2014. CORSO "INSIEME MADRE-NEONATO, OVVERO INSIEME FEMMINILE-MASCHILE". Secondo giorno.

FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS
Registro Persone giuridiche n. 429 
Prefettura di Foggia


 ASSOCIAZIONE ONLUS ALLA SALUTE - FOGGIA 
iscritta ai sensi della l.r. n. 11 del 16 marzo 1994 
nel reg. gen. assoc. Volontariato col N. 305 – d.r. 56 del 25 maggio 1994
Via Candelaro 98/A - 71100 - Foggia


TRE CORSI PER UN PERCORSO.
III° CORSO: "INSIEME MADRE-NEONATO, OVVERO INSIEME FEMMINILE-MASCHILE".
Seconda giornata.



La mattinata si apre con l’ingrandimento attraverso la lente del Blow up e secondo la modalità L.I.D.I.A. della presentazione del libro del Dr. Mundi fatta da Gianni e Marta. In particolare Mariano ci accompagna a vedere i due approcci adottati: uno più maschile, astratto, simbolico l’altro più femminile, aperto, basato sulla immersione nel Fenomeno vivo, l’utilizzo dei Codici profondi ed il conseguente emergere di parole ascensionali.

Mariano quindi dedica a Rosa, l’Elogio alla Donna tratto dal libro dei Numeri dell’Antico Testamento (31.10,31),  valorizzando i tanti aspetti positivi di una donna che ha vissuto ma in parte  ha anche subito la cultura contadina.  Inoltre suggerisce di utilizzare la stessa lettura per una riflessione teorica sulla "Frau Glob.Eco": cioè di una economia che possa sovvertire l’attuale punto di vista maschile ed aprire gli orizzonti al Femminile.


Nel frattempo Mariano ha proseguito, come la Morula, l’intesa dinamica con Aurora ed i suoi genitori per permettere alla piccola di accogliere il negativo e partire con una sua specifica crescita, distinguerla dalla figura materna e finalmente aprirla a quella paterna. La dinamica di Aurora ha richiamato in Giovanna l’efficacia dell’approccio del Metodo alla Salute sperimentato  nella sua realtà lavorativa coi bambini, ma anche le chiusure a tale approccio innovativo da parte delle Istituzioni.

Mariano ci ha mostrato le foto della sua esperienza in seminario ed in particolare, riallacciandosi a quanto detto ieri, le difficoltà del rapporto vissuto con la mamma.

Dopo la pausa pranzo Pia ci ha allettati con una esperienza di Biodanza con l’intento di percepire ed integrare i tre cervelli: testa (ndr Codice simbolico), torace (Codice analogico) e pancia (Codice bio-organico). Mariano ha voluto aggiungere anche seguendo il Graal il Codice ontologico presente nell’apparato riproduttivo.


Mariano ha voluto introdurre il Corso spiegandoci quella che lui definisce la sua "Poesia" sul significato dell’Esistenza. L’essere umano è immesso nella storia come un Vitonauta, che partecipa alla gravidanza metastorica in uno dei tanti laboratori, che ha quindi il compito al momento di spingere la Fase embriogenetica verso la Fetogenesi



L’Unità didattica del Gra-Cum ci mostra come dapprima attraversiamo un percorso ascensionale (disagico) cioè in cui  provenendo dall’In.Di.Co., veniamo immessi nell’esistenza e per soddisfare i nostri bisogni ci allontaniamo da quello che veramente siamo, come nell’Iliade, come uno spermatozoo in un viaggio meiotico. Successivamente per quelli accompagnati da un sufficiente femminile è possibile un viaggio di ritorno (discensionale o nostalgico) per tornare al punto di partenza, come nell’Odissea. Per quelli in cui la spinta vitale si kundalinizza e non vi è un sufficiente accompagnamento femminile è possibile invece un passaggio nell’anello diabolico del Cum-munitometro, verso la destrutturazione-angoscia. 


Infine Mariano ha accennato alle quattro fasi che ricaveremo dall’Insieme Madre-Neonato e che hanno dato origine al Quadrimensionalismo ed in maniera più semplificata al Quadrangolare: la dinamica energo-anergetica, quella fusionale, quella limbica e quella maturativa (gregaria o dominante).

  
Corso-nauti di Casa Madre

martedì 16 dicembre 2014

Aula didattica globale "Gianna Stellabotte" (FG), mercoledì 26 novembre 2014. CORSO "INSIEME MADRE-NEONATO, OVVERO INSIEME FEMMINILE-MASCHILE". Primo giorno.

FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS
Registro Persone giuridiche n. 429 
Prefettura di Foggia

iscritta ai sensi della l.r. n. 11 del 16 marzo 1994
nel reg. gen. assoc. Volontariato col N. 305 – d.r. 56 del 25 maggio 1994
 Via Candelaro 98/A - 71100 - Foggia


TRE CORSI PER UN PERCORSO.
III° CORSO:
"INSIEME MADRE-NEONATO,
OVVERO
INSIEME FEMMINILE-MASCHILE".

Prima giornata.


Primo giorno di corso è iniziato raccogliendo dalle persone le impressioni sulle due dinamiche che si sono svolte all’accoglienza, che sono state dinamiche madre e figlia.
Mariano ha continuato a fare la "Morula" rispetto ad Aurora invadendo il territorio della bambina modulando la voce, sottolineando e teorizzando sui cambiamenti e i comportamenti della bimba.
L’altra dinamica è tra Simona e la madre Rosa, in questo caso Mariano chiede a Simona di esprimere un impegno da parte della mamma al positivo in un aspetto nel suo quotidiano, poi aiutata da Gioele si è deciso che Rosa fino a Natale dovrà impegnarsi a dire "sì" alle richieste della figlia e ad affidarsi
Se vuoi accompagnare un cambiamento fare la Morula è importantissimo perché significa dare continuità ripetendosi facendo festa per la nuova identità che si può raggiungere.

 http://isiseuropa3bss.altervista.org/blog/wp-content/uploads/2014/03/fecondazione-e-impianto.jpg

Successivamente l’intervento di Barbara ci spiega perché c’è stato un cambiamento di disposizione dell’Aula didattica globale "Gianna Stellabotte": il 20 novembre è stato l’anniversario della morte di Gianna e in questa occasione si è pensato di mettere la conduzione dalla parte della camera in cui sono situati in due antenati di Via Arpi il quadro che raffigura Gianna e l’Albero della Vita.

Altre protagoniste della mattinata sono state le donne che hanno partecipato al Progetto "La Finestra di Babich": il contesto devoto che sono riuscite a creare ha fatto si che non ci fossero ruoli e quindi ognuna delle partecipanti ha potuto scambiare; quando le relazioni sono globali non c’è un ruolo fisso e ognuno è sia neonato che madre. E questo è ben rappresentato nel quadro dell’artista globale Michela Garbati dove la donna genera se stessa con il simbolico e un nuovo mondo con il biorganico.

L’Inno alla Gioia di Mariano nei confronti di Giovanna,(coordinatrice del progetto) che finalmente ha lasciato la terra tosta, è un dono tratto dal Libro dei Proverbi della Bibbia del capitolo 31 versi 10-31 chiamato "Elogio alla Donna".

Nella stessa settimana ad Ancona, Michela veniva accompagnata nei luoghi della sua infanzia per accogliere il suo negativo ed aprire i suoi confini per farli diventare soglie  e riuscire a scambiare più in profondità nelle relazioni.

 

La mattina termina con lo spot/cabaret di Gioele e i suoi prodotti a base di cioccolato biologico variamente aromatizzato creato per dare un contributo concreto alla Fondazione Nuova Specie.
Il pomeriggio inizia con un riconoscimento a Gioele per un suo scritto prodotto nel corso sulla gravidanza da parte di Fiorella che doveva confrontarsi con la sua parte creativa.

Prima della pausa, invitato da Mariano ci viene a far visita  il Dr. Ciro Mundi, direttore del dipartimento di neuroscienze degli ospedali riuniti di Foggia, per presentarci il suo libro: Hai strappato il fiore, di cui la recensione è stata curata da Marta Prossimo.

Cinquanta anni fa Mariano aveva già colta il fallimento delle tre epistemologie (mitico-religiosa, filosofica e scientifica) e come Giano guardando indietro ha visto la massa informe e desertica e ha scelto di guardare avanti e ha visto l’Albero della Conoscenza globale.

Il lavoro che ha fatto su di sé è stato una critica all’Epistemologie tradizionali che hanno rappresentato la Zona pellucida che lui ha abbandonato per andare oltre.

Questi 50 anni per lui hanno rappresentato la Fase embriogenetica che è una Fase psicotica però fonda è il padre che ti immette nella vita. Però per essere organismi vitonauti naviganti nella vita occorre mettersi in relazione e realizzare la Fetogenesi.

I tre corsi sono stati da lui pensati per festeggiare il passaggio dall’Embriogenesi alla Fetogenesi.
Attraverso il primo corso si è lasciata la Fase embriogenetica caratterizzata da un maschile dominante, che ha tagliato l’individuo che significa non diviso, per trasformarlo in persona che dal greco "πρόσωπον" ("prosopon") poi dal latino "personam" quindi maschera. Questo è il fallimento della storia.

Il maschile ha retto la vita con gli umani ed è stato sempre un aspetto che ha egemonizzato la storia della vita, ma l’uomo rappresenta una minima parte della storia della vita. Il secondo corso è rappresentato dal quinto comandamento Salto precipiziale ("pre capitis" cioè ti potresti sfracellare) dove vai verso il vuoto e il viaggio può continuare, questa è la roccia e il VIA.GRA. (Viaggio della Gravidanza) dove l’indico si manifesta. Per poter fare il salto c’è bisogno della fides, la cordicella a cui attaccarsi che è stato rappresentato dal Decalogo del Monte Cavo Ysteron.

Il terzo corso, quello che stiamo percorrendo,  vuole mettere insieme gli opposti formando lo Zigote. E a questo proposito Mariano legge il brano del Vangelo di Gv 17-21, 23 che tutti siano una cosa sola.

Mariano dedica quest’ultimo corso alla Madonna con il Bambino (la Madonna mediatrice di Troia) che ci porta alla nostra prima esperienza di affidabilità extrauterina che è la mamma, coronandolo con le sue esperienze personali  anche dolorose, attraverso la lettura dei suoi diari del 1962.


Dalla casa di Mila:

Emanuele,
Fiorella,
Carlo,
Paola,
Titti e
Marinella